Sono un paragrafo. Clicca qui per aggiungere o modificare un testo. Qui puoi raccontare ai tuoi visitatori chi sei e qual’è la tua storia.

Non è stato inserito alcun video

Non è stato inserito alcun video

Non è stato inserito alcun video

Non è stato inserito alcun video

Paragrafo. Fai clic qui per aggiungere e modificare il testo. Qui puoi descrivere ai visitatori chi sei e qual è la tua storia.

Sopra i cieli dell'ovest della Cina, un'aquila si leva in volo sui maestosi paesaggi. Appena avvista un piccolo coniglio selvatico, vola a picco a circa 300 km/h per intrappolare la povera preda con i suoi artigli.

Dopo la cattura torna dal suo addestratore e rilascia la preda. Macan ha praticato la falconeria per tutta la sua vita. Per oltre 1.500 anni, i Kyrgyz hanno cacciato in questo modo sulle vaste lande dello Xinjiang, sull'antica via della seta.

Questa tradizione è stata tramandata da padre a figlio, generazione dopo generazione ma a causa dell'evoluzione e dei cambiamenti nei stili di vita, questa usanza sta morendo

Essendo uno degli ultimi falconieri nel suo popolo, Macan insegna a suo figlio quest'antica arte per mantenere una forte correlazione con la tradizione e gli antichi modi di vivere.

  • L'ultimo falconiere
    Per tutta la sua vita, Macan ha praticato la falconeria. Per oltre 1500 anni, i Kirghisi hanno cacciato in questi vasti territori usando questa tecnica. Ma con l'arrivo della modernità e lo sviluppo, la tradizione si sta lentamente perdendo.

"Ci sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità ai nostri figli: le Radici e le Ali"...

cit. W.h.Carter

Cit. Giovanni Granati

❤️

Un po' di storia

Falconeria

Nata per necessità è divenuta Arte di prestigio, una nobile arte dove rapace e umano diventano compagni di viaggio.

il rapace non è un animale socievole e noi per loro siamo semplici spettatori, 

ma l'emozione nel vedere o vivere il loro volo È talmente forte da crearne una passione eterna .

inutile elencare i diversi modi di addestrare o ammansire, la realtà è che il falconiere diventa abile grazie al suo insegnante ... il rapace, lui ti fa capire errori,necessita' e gestione e solo lui crea la bravura e astuzia del suo compagno di viaggio.

Finalmente !

Non è stato inserito alcun video

Ilaria Camarda .

Il Nostro Patrimonio in Valle Argentina

Oltre alle meraviglie della Nostra Flora anche la Fauna, se pur combattuta da forti incendi passati,carenza di cibo,siccita',

è meravigliosa,nello specifico i rapaci.

La nostra vallata è fortunatamente ripopolata da Rapaci Notturni come Barbagianni,civette,allocchi e assioli, gufi.

tra i diurni se ne contano 8 specie tra i stanzianti e altri presenti solo nel periodo migratorio  o in inverno.

le loro esigenze per quanto riguarda gli spazi vitali sono molto differenti e per questo è possibile vedere numerose specie in uno spazio ristretto senza che la concorrenza tra loro sia particolarmente  pronunciata.

alcune specie,come la poiana, hanno scarse esigenze ambientali potendo vivere dal livello dal mare fino al limite superiore della vegetazione erborea,mentre altre richedono habitat particolari e ben definiti.

i diurni,ad eccezione del pellegrino,ghebbio,aquila reale,dipendono in misura diversa dagli ambienti forestali,astore-sparviere utilizzano il bosco sia come ambiente di nidificazione che per caccia,mentre altre specie ,come il biancone,falco peccaiolo,poiana se ne serono unicamente come luogo di nidificazione.la grandezza dei territori dipende principalmente da due fattori: densita' delle prede,disponibilità di luoghi per nidificare.

in generale il territorio deve essere tanto esteso quanto è più grande il rapace; un aqula reale si nutre di prede relativamente grandi che sono presenti con densità minore rispetto ad esempio ai piccoli mammiferi;

esempio: una coppia di gheppio può vivere su un territorio di un km quadrato o anche meno,una coppia di aquile reali necessità sulle alpi di un territorio compreso tra i 50 e 100 km quadrati.

In provincia di Imperia vi sono:

FALCO PECCAIOLO:(pernis apivorus), simile ad una poiana ma con testa piu' piccola e collo più lungo,coda lunga con 3 barre nere molto evidenti.nidifica in ambienti forstali,si nutre di insetti,api,vespe, piccoli rettili.E' un falco migratore e giunge in provincia a Maggio e riparte a fine Agosto o metà settembre.

BIANCONE(Circaetus gallicus):leggermente più piccolo dell'aquila reale,con le parti inferiori bianche barrate di nero e quelle superiori marrone nocciola.

nidifica in boschi di conifre e caccia rettili(serpenti) in ambienti aperti, è migratore ,giunge a metà marzo e riparte a metà settembre.

ASTORE(accipiter gentili): diensioni come poiana (maschio è poco più piccolo),parti superiore grigio brune,parti inferiori chiare fittamente barrate,coda lunga,ali corte e tondeggianti.Stanziale,nidifica e caccia in foreste piccoli mammiferi e uccelli.

SPARVIERE(accipiter nisus):dimensioni analoghe a quelle di una cornacchia con parti superiori, nel maschio grigio ardesia,nelle femmine brune.Parti inferiori chire fittamente barrate, stanziale,nidifica e caccia in ambienti forestali. si nutre di piccoli uccelli.

POIANA(buteo buteo): rapace i medie dimensioni e aspetto robusto,piumaggio molto variabile con parti  superiori marroni.Nidifica in foreste,caccia roditori e rettili, stanziale.

AQUILA REALE(aquila chrysaentos): grande rapace di colore bruno scuro con testa più chiara.i giovani ed immaturi presentano ampie chiazze bianche sulle ali e timoniere con base bianca.Nidifica raro nelle zone idonee co ampie pareti rocciose,si alimenta di mammiferi di medie dimensioni come lepri.Stanziale.

GHEPPIO(falco tinnunculus): piccolo falco di color rosso bruno con punta delle ali scure,maschio con testa e coda grigie. ali appuntite e coda lunga,nidifica in pareti rocciose,preda piccoli roditori,insetti,rettili,caccia in ambienti aperti. Stanziale.

PELLEGRINO(falco preregrinus):falco di medie dimensioni,corporatura robusta,ali a punta e coda corta. Parti superiori del corpo color grigio ardesia e parti inferiori bianche barrate di nero,nidifica raro,su ampie pareti rocciose. cattura le sue prede in volo,(piccoli e medi uccelli).

 

piccola nota :

Le coppie stanziali dei rapaci diurni che coprono tutto l'anno lo stesso territorio vivono generalmente in coppia fissa per tutta la vita,le altre specie vivono insieme solo per una stagione,

per altre invece,come ad esempio le Albanelle,è molta diffusa la poligamia.

I nostri Rapaci

noha,kiwi,ed e yuta,Maya,Shiva

I nostri rapaci

Noha,kiwi,Maya ,schiva , barban's family

BARBAGIANNI.E' il solo rapace notturno italiano che ha un piumaggio candido,riconoscibile durante il volo notturno.E' un rapace mediamente nevrile e facilmente avvistabile,sia grazie al piumaggio,sia perche' non disdegna luoghi frequentati dall'uomo.nidifica in luoghi chiusi e particolarmente ampi,sottotetti,soffitte,campanili,dove i piccoli impiumati si esercitano all'uso delle ali.   non è totalmente solitario,non è raro vedere per esempio una femmina e un maschio cacciare a pochi metri di distana l'uno dall'altra.E' molto prolifero,arrivando a far schiudere anche 6/7         piccoli in una sola covata.Si nutre di piccoli mammiferi  roditori che caccia dai posatoi situati       spesso vicino alle strade o con voli di bassa quota che si concludono con l'attacco. Il suo battito d'ali è leggerissimo,poco profondo;spesso si lascia scivolare.il volo è,come per gli altri notturni,  totalente silenzioso grazie al piumaggio morbido.

GUFO REALE: è uno dei più grossi rapaci notturni d'Europa,di piumaggio marrone scuro che non cambia dopo la prima muta. La femmina è una cacciatrice molto aggressiva ed esperta,riesce a  catturare giovani volpi,ma si ciba soprattutto di roditori,di mammiferi di ogni dimensione e di    uccelli.estremamente schiva,a parte il periodo riproduttivo,vive nel fitto del bosco durante il       giorno ,ma di notte caccia anche nelle distese.Caccia soprattutto  da posatoi ma può effettuare   anche inseguimenti di media durata. Il suo volo è potente,con battiti d'ala profondi.E' un               animale estremamente difficile da addestrare,forse il piu' difficile per la sua selvaticità e                 riservatezza.se non addestrato in modo corretto sin dall'inizio,anche se cresciuto dall'uomo ,       facilmente perde l'imprinting ,anche se sta al pugno in modo corretto difficilmente volerà con    noi e sara' ricettivo ai nostri richiami.

POIANA DI HARRIS: Poiana di piumaggio scuro,che cambia dal nero con goccie rosso-marrone    nel giovane al totale nero nell'adulto. La coda lunga,indice della grande capacità di virare              termina con un inconfondibile barra bianca. E' uno dei pochi rapaci sociali,preferisce vivere in    gruppi che arrivano anche a 10-12  esemplari e che esercitano cacciate secondo schemi ben       prestabiliti.ogni esemplare assume un ruolo ben preciso:di inseguitore,di stanatore,                         di catturtore. Preda una grande varietà di piccoli mammiferi,fra cui roditori,ma anche uccelli,       serpenti e invertebrati. nidifica in aree non particolarmente  aride,su alberi e cactus, nidi fatti di   ramaglie; nidifica anche su pali della luce. Pratica la poliandria,con la femmina che si accoppia   contemporaneamente con piu' maschi,ma solo nelle aree ricche di prede, che comportano una densità maggiore di individui della specie. E' molto aerodinamico,con caratteristiche che lo          fanno assomigliare al falco e all'avvoltoio. dedica gran parte del volo allo sfruttamento di             correnti ascensinali,ma all'occorrenza riesce a planare a terra con un attacco veloce.           il volo battuto è potente ma leggero e agile e rapido. ottimo rapace per principianti.                                       proviene dall'arizona.

POIANA CODA ROSSA :Accipitride di medie dimensioni,tozzo,robusto,di media nevrilità,con          occhio che cambia colore con l'età. La caratteristica più particolare è il cambiamento del colore della coda da prima a dopo la muta: da un marrone barrato di grigio, al bordeaux con una             striscia nera quasi alla fine. lo si vede cacciare dal posatoio. Molto più nevrile della nostra              comune poiana, però molto più lento di un Harris o di un Astore. Nidifica in nidi fatti con rami e   sterpaglie, non disdegna l'ambiente civilizzato.

Quale falco?

Essenzialmente i falchi da falconeria si possono dividere in falchi dì alto volo e di basso volo,a seconda del tipo di utilizzo al quale questi falchi si presentano.

i falchi d'alto volo ,rapaci con ali appuntite e coda corta per mantenere l velocita',sono quelli che vengono fatti volare prima che si alzi la preda,quindi si levano in volo e rimangono in alto sulla testa del falconiere finchè lui o il cane non fanno alzare la preda,allora il falco scende in picchiata per catturarla.I falchi di basso volo,ali arrontondate corporatura robusta e coda lunga, invece partono dal pugno o da posatoio appena vedono la preda,per inseguirla direttamente sino a catturarla.in alcuni casi può succedere che un alto volo venga utilizato come falco da basso volo o viceversa,ma questo non succede spesso.

FALCHI D'ALTO VOLO:

Pellegrino,Lanario,Ferruginosa,Gyrfalco,Prateria,Smeriglio,  Gheppio,Sacro

FALCHI DI BASSO VOLO:

Astore,Sparviere,Cooper,Aquile,coda rossa,Harris,Poiana comune.

Passione

La prima regola è umiltà

Quello che ho capito del mondo della falconeria è che non si finisce mai di imparare, ogni rapace è diverso per specie e carattere, dallo storico, dalle sue paure ecc ecc ...

ed è bello in un momento di dubbio chiedere a chi è più datato di te in questa meravigliosa esperienza.

gli animali hanno diritto di essere rispettati e curati, ascoltare chi ne sa di più è un buon modo di non peccare di superbia ma essere un buon falconiere.